• immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine

Cascate del Mulino

imagel00150

Cascate del Mulino

Ai piedi del borgo di Saturnia, a pochi minuti dal parco termale, sorgono le meravigliose Cascate del Mulino, le “Terme Libere più Belle della Toscana”. La grande cascata di acqua solfurea si riversa senza sosta nelle caratteristiche vasche naturali, scavate nella roccia calcarea dalla forza dell’acqua e raggiungono il piccolo torrente della Stellata. All’interno delle vasche naturali è possibile immergersi e concedersi un bagno di relax, godendo delle straordinarie proprietà benefiche e curative delle acque di Saturnia, da molti considerati “miracolose”. Le cascate di Saturnia sono completamente immerse nel verde della natura maremmana ed offrono una splendida vista sul borgo antico di Saturnia, che svetta imponente dall’alto della collina sulla quale sorge.

Informazioni utili

Le Cascate del Mulino di Saturnia sono terme libere, è gratuito l’ingresso ed il parcheggio adiacente e sono sempre aperte, giorno e notte, senza nessuna limitazione di orario. Trattandosi di terme libere, sono è presente alcun tipo di servizio (fatta esclusione per un piccolo punto ristoro presso il quale acquistare bibite e piatti caldi e usufruire di docce e bagni a pagamento), è quindi consigliabile di portare con se solo lo stretto necessario : accappatoio/asciugamano, ciabattine e scarpe da scoglio (per evitare di scivolare sul fondale delle piscine naturali) e godersi in assoluto relax ma magia di questo luogo ancora così profondamente selvaggio e quasi totalmente incontaminato.

Curiosità

Il momento migliore per visitare le Cascate del Mulino è al mattino presto o nel tardo pomeriggio, per evitare le ore più affollate della giornata, ma se proprio volete vivere  un’esperienza indimenticabile, vi consigliamo di non perdere l’opportunità di fare un bagno di notte. La notte infatti, se possibile, le Cascate diventano ancora più belle, avvolte in un’aura di mistero e magia, illuminate dalla debole luce della luna.

Proprietà delle acque di Saturnia

Dalla vetta del Monte Amiata, il principale rilievo montuoso del sud della Toscana, l’acqua di Saturnia, dopo un viaggio che dura 40 anni nel sottosuolo durante il quale filtra goccia a goccia tra le rocce, giunge alla sorgente naturale. La temperatura dell’acqua alla sorgente è di 37.5°C e la portata è di 500 l/s. L’acqua di Saturnia è ricchissima di sali minerali, anidride carbonica e idrogeno solforato ma la sua peculiarità più importante è la presenza del Plancton Termale, che conferisce a queste acque le loro straordinarie proprietà benefiche e curative.
L’acqua di Saturnia ha un’azione curativa sulla pelle, aiuta a ridurre la pressione arteriosa, agisce sull’apparato respiratorio, ed ha importantissime azioni esfolianti, antisettiche e anti-aging sul fegato.
Si tratta di un’acqua bicarbonato-alcalina-terrosa.